La nostra storia

Storia la nostra storia

Briciole

Ti trovi qui:Home/Chi siamo/La nostra storia/1983-1993
millenovecentottantatre-millenovecentonovantatre
gli inizi della nostra attività musicale
 

1985Era il mese di ottobre 1982 quando Adelina Montagnese progettò e avviò l’opera d’insegnamento della musica ai bambini, che è stata un ottimo stimolo culturale e una valida attività che ha dato la possibilità a tante persone di impegnare il tempo libero arricchendosi culturalmente e spiritualmente.

Nell’anno scolastico 1983/84 le lezioni si tenevano ancora in alcune stanze di una abitazione privata in S. Margherita. L’attività cominciò presto ad intensificarsi e a dare i primi risultati. Fu proprio in questo periodo che sorse il "Gruppo Strumentale" che chiamammo "di S. Margherita" appunto perché nato in quella piccola frazione del Comune di Moruzzo. Esso aveva ed ha attualmente il compito di riunire gli allievi della scuola per "far musica insieme". La formazione di questo interessante gruppo fu di stimolo per molti ragazzi e di soddisfazione per i genitori.

Con l’aggiunta continua di nuovi strumenti musicali, il Gruppo cominciò ad essere richiesto ed apprezzato in varie località della Regione.

A cominciare dall’anno scolastico 1985/86 il numero degli iscritti alla Scuola di Musica aumentò costantemente. Si crearono altri spazi, si acquistò vario materiale didattico ed aumentò anche il numero degli insegnanti. In quello stesso anno sorse anche una Associazione musicale per iniziativa di alcuni genitori; in breve tempo con atto notarile si formalizzò la costituzione di questa Associazione; fu approvato lo Statuto ed eletto il primo Consiglio Direttivo e si diede vita al Circolo Culturale "Amici della Musica" di Moruzzo.

Saggi-88

Nell’anno scolastico 1988/89 l’Amministrazione Comunale di Moruzzo dimostrò il suo interessamento nei confronti della "Scuola di Musica" che si trovava in difficoltà notevoli per mancanza di spazi. Fu infatti in quell’anno che la Scuola di Musica poté accedere ai locali delle Scuole elementari, proprio in considerazione del servizio sociale che stava offrendo alla collettività. Nello stesso anno la Scuola divenne sede staccata della Scuola Diocesana di Musica "G. Pigani" di Udine operando sempre nei locali delle scuole elementari di Moruzzo grazie al permesso concesso sia da parte del Direttore Didattico che dell’Amministrazione Comunale in carica.

Successivamente gli allievi aumentarono fino a superare le cento unità. Alla chiusura dell’anno scolastico la Scuola presentava i Saggi musicali degli allievi: momento importante per i ragazzi, esso rappresentava una verifica personale e soprattutto una responsabilità di fronte ai propri compagni, spesso giudici esigenti, e ad un pubblico che ogni anno affinava la sua capacità di ascolto.

 

 

All’inizio dell’anno scol. 1994/95, dopo dodici anni di attività in continua crescita qualitativa e quantitativa, musicale e sociale, il "Gruppo Strumentale di Santa Margherita" operò una importante trasformazione, necessaria per venire incontro alle nuove esigenze createsi nel corso degli ultimi anni.

Così, dopo non poche riflessioni e numerose perplessità si giunse a una "riforma" che risultò così configurata:

  1. gli allievi più avanzati della scuola di Moruzzo, i diplomati, gli allievi di altre sedi della Scuola Diocesana formarono l’”Orchestra Giovanile Diocesana”, con l’intento di eseguire composizioni originali per l’organico impiegato, sostenendo concerti ed eseguendo repertori sinfonico - liturgici;
  2. il “Gruppo Strumentale di Santa Margherita” proseguiva la sua attività tradizionale, con l’organico completamente rinnovato: si dava spazio a nuovi giovani esecutori ed a quelli già presenti da anni venivano affidate parti solistiche e di maggiore responsabilità;
  3. parallelamente, diretto dal maestro Massimo Melocco, nasceva il nuovo gruppo "Percussionisti della Scuola di Musica di Moruzzo" per dare una continuità alle esercitazioni degli allievi.

Vienna-91-02-casa-di-BeethovenLa Musica quindi era diventata a Moruzzo un polo di aggregazione educativo e ricreativo per i bambini e le loro famiglie; non solo, ma attorno ad essa ruotavano molte iniziative culturali che coinvolgevano anche i paesi limitrofi. Si deve tener presente che fra gli obiettivi principali della Scuola di Musica non si puntava al solo apprendimento di una tecnica esecutiva per saper suonare uno strumento, bensì al “vivere” la musica nelle sue dimensioni sia del “far musica” sia dell’”ascolto attivo”.

Così in questi anni gli allievi, ma anche i loro genitori, Soci ed amici, furono coinvolti sempre più sia nella intensa attività dei Gruppi musicali, sia nella partecipazione alle numerose manifestazioni culturali organizzate in questi anni a Moruzzo; ricordiamo il tradizionale Concerto dell’Epifania, riproposto senza interruzioni dal 1983, le stagioni concertistiche “Primavera in Musica”, “Musica Europa” e il “Concorso Regionale di Flauto Dolce per Studenti di Scuola Media”.

Per celebrare i primi dieci anni di vita dell'Associazione venne pubblicato, nel 1993, un libretto dal titolo "Dieci anni in Musica".

Letto 1723 volte
Altro in questa categoria: 1993-2003 »